Le malattie dello sportivo alla luce delle 5 Leggi Biologiche

malattie-sportivo-5-leggi-biologiche-marco-meini

Alberto è un uomo tutto di un pezzo, lavora molto e ha un cuore molto dolce che tiene nascosto.

Suo padre era duro, sopratutto con sé stesso e ha preteso molto da lui.

Alberto ama il tennis. Suo figlio, Andrea, lo guarda adorante e per la prima volta gioca a tennis con il padre. Dopo aver colpito con decisione la prima palla, il padre gli si avvicina e dice :” bravo!” Accarezzandogli dolcemente la testa!

Per Andrea questo è un sogno, non gli sembra neanche lo stesso padre che torna stanco e silenzioso tutte le sere e accende la tv. ” Com’è andata a scuola Andrea?” …
E poi si immerge nelle notizie dei tre telegiornali serali.
Andrea si impegna nel tennis: deve diventare forte, il più forte; la competizione sembra animarlo e quando nel primo torneo sociale batte l’avversario più ostico del circolo ottiene quel sorriso del padre che sembra accorgersi di lui,  sembra  accorgersi di quanto si impegna! Il giorno dopo non riesce a tenere in mano una racchetta o aprire il tappo di una bottiglia di plastica: epicondilite ( detto anche gomito del tennista).

malattie-sportivo-5-leggi-biologiche
Negli anni di lezioni con il maestro Andrea sentiva che non era abbastanza bravo per ottenere quel sorriso del padre , quel sorriso che anche Alberto avrebbe voluto da suo padre.

Il tennis non era più un gioco ma una cosa molto seria per loro.

Cos’è successo al braccio di Andrea?

Semplificando molto: i tessuti muscolari , i legamenti, tendini e ossa rispondono al sentito :” non sono valido o abile abbastanza … “ ; nel caso del giovane Andrea: non sono abile abbastanza per essere visto e all’altezza dell’aspettativa del padre. Solo quando riesce a dimostrare che è diventato davvero un giocatore forte,  il suo corpo può rilassarsi e l’immagine interiore di Andrea è che il padre sia orgoglioso di lui come quella prima volta nel campetto da ragazzino!
I tessuti muscolari e tendinei che si erano attivati ulcerandosi, in questa lotta per cercare di essere il più forte per suo padre, finalmente possono fare edema e ripararsi. È il momento di riposo per il corpo del ragazzo che ha vinto la sua battaglia … ma per la sua mente è un dramma perché dovrà smettere di allenarsi per alcuni mesi! E allora inizia la guerra all’epicondilite!

5 leggi biologiche padre e figlio

Faccio una proposta a tutti i padri: guarda negli occhi tuo figlio e digli che sei orgoglioso di lui qualunque cosa faccia e … se riesci a sentire che lo sei anche di te stesso, la frase avrà molta più forza!

Secondo la mia esperienza è la migliore “prevenzione” dalle cosiddette malattie dello sportivo!

 

Marco Meini

 

Vuoi conoscere in modo più approfondito le 5 Leggi Biologiche del Dr. Hamer?

Visita la pagina dedicata agli Approfondimenti o gli altri articoli presenti in questo Blog.

Inoltre, ogni mese organizziamo degli eventi dedicati alla Nuova Medicina Germanica e alle Cinque Leggi Biologiche presso lo Studio di Calenzano oppure presso altri Centri Olistici. Visita la sezione Eventi per conoscere i prossimi appuntamenti.

 

Nota bene
Per applicare queste conoscenze nel concreto è categorica la precisione, così è importante non farsi autodiagnosi e non modificare alcun trattamento medico. Le informazioni sopra riportate non pretendono di essere complete ma possono permettere di osservare un processo in corso a fini didattici.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *