Il Contatto Perduto: Costellazioni Familiari e Lavoro Emotivo e Corporeo

LE PERDITE DI CONTATTO CHE CI SEGNANO LA VITA.

Il modo in cui nasciamo lascia UN SOLCO nella nostra vita e modifica il nostro carattere.

Il #LavoroEmotivoCorporeo di #WilliMaurer è dedicato all’ascolto del nostro corpo e delle nostre emozioni, DAL CONCEPIMENTO IN POI, per riflettere sui nessi esistenti tra i Vissuti Primordiali e le Esperienze Relazionali Attuali.


Provi spesso un sentimento di solitudine e malinconia inspiegabile che la mente sembra non capire? Alcune persone lamentano di dover sopportare simili stati d’animo:

“Non trovo il mio spazio nel mondo”

“Quando inizio la relazione con un uomo che mi piace davvero, mi sembra come di fondermi con lui ma la sensazione dura poco e poi avverto che non posso trovare cosa cerco in quella relazione. A quel punto la sofferenza di vederlo soffrire è enorme e resto incastrata”

“ la definirei: la mia anima gemella ma in realtà ci facciamo del male! Non capisco!”

“A volte ho la sensazione che se io davvero vivo e mi prendo il mio spazio, faccio soffrire chi amo! Addirittura come se morisse o se ne andasse e… questa cosa non ha senso e mi sento strano”

Possiamo indagare insieme questi sentimenti contrastanti grazie allo strumento delle costellazioni familiari, fidandoci dei segnali che il corpo ci trasmette e che, per paura di stare male, tentiamo di anestetizzare. Perché le parti dolenti della nostra essenza hanno bisogno di essere sentite e poi comprese. Rumi scrisse: “la ferita è il punto in cui la luce entra in te”.

ilcontattoperdutodepliantnovembre20162

Abbiamo organizzato UN INCONTRO GRATUITO di presentazione del lavoro

presso L’angolo del Sale di Calenzano Firenze.

 

 

Per maggiori dettagli Fai il Download del Depliant 

Per iscrizioni contattare:
Marco Meini: meini.marco@email.it Cell. 349/5079251

locandina-1

12

 

 

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *